Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in /var/www/vhosts/ecomuseopietracantoni.it/httpdocs/libs/db.php on line 14

Strict Standards: Declaration of c_thiscomponent::execute() should be compatible with c_component::execute() in /var/www/vhosts/ecomuseopietracantoni.it/httpdocs/components/pages/pages.php on line 0
 Ecomuseo della Pietra da Cantoni - NEWS

NEWS

L’ATLANTE DELLE NUVOLE”  mantiene la sua vocazione di mostra itinerante e prosegue il tour, iniziato nel settembre 2013 con l’esordio aMoleto, sulle colline del Monferrato,  per approdare a Vienna, nella prestigiosa sede dell’Istituto Italiano di Cultura, Italienisches Kulturinstitut in Ungargasse 43 – 1030 Wien – dal 26 febbraio al 15 marzo 2015: inaugurazione giovedì 26 febbraio alle ore 19,00.

“L’ATLANTE DELLE NUVOLE” è un progetto d'arte ideato da Michelle Hold e coordinato dall’Ecomuseo della Pietra da Cantoni, quarto episodio nell’ambito di “ARTE & NATURA”, a cura di ARTMOLETO,  l’ormai famoso gruppo di artisti internazionali, nato appunto in Monferrato,  incentrato sul dialogo e confronto tra diverse culture, condivise tra loro,  partendo dalla consapevolezza del rispetto per la natura.

Partecipano gli artisti: Ilenio Celoria, Piero Ferroglia, Max Gianotta,  Michelle Hold, Andrea Massari, Davide Minetti, , Piergiorgio Panelli, Teresio Polastro, Petra Probst,  Mario Surbone,  Giovanni Tamburelli, Bona Tolotti, Daniela Vignati, Päivi Vähälä e Alessandra Winterberg

Genius loci a Olivola

22 Gennaio 2015

“GENIUS LOCI- POMERIGGI NEI BORGHI MONFERRINI”
OLIVOLA - domenica 1 febbraio 2015
Ritrovo ore 15 - Piazza Europa

Prosegue l’attività di animazione territoriale“Genius Loci – Pomeriggi nei borghi monferrini”, promossa dall’Ecomuseo della Pietra da Cantoni, in collaborazione con i Comuni monferrini aderenti che domenica 1 febbraio sarà ospite nel paese di Olivola.  
Il ritrovo, come consuetudine, è previsto per le ore 15, in piazza Europa – piazza centrale del paese sita a pochi passi dal parcheggio del ristorante Ai Cedri (Via Vittorio Veneto, 23) dove si potrà usufruire dell’ampio parcheggio - luogo in cui ad accogliere i partecipanti vi sarà il consigliere comunale di Olivola, Carmen Loppo, e la guida Anna Maria Bruno.
La prima tappa del percorso di conoscenza delle peculiarità olivolesi condurrà i visitatori alla frazione Costabella (sita ad 1 km di distanza dal centro), nel laboratorio artigianale “Antica Edilizia” dove l’artigiano Gianmaria Sabatini, milanese di nascita e olivolese d’adozione, realizza elementi d’arredo della linea “Rustico con Grazia” portando, come afferma lui stesso, ‘il Monferrato nei salotti’. La particolarità di questi manufatti è che sono prodotti coi materiali peculiari della zona recuperati nelle vecchie cascine, cotto vecchio e la “Pietra da Cantoni del Monferrato”, che, opportunamente tagliati e assottigliati, vengono ricomposti utilizzando la tecnica del mosaico su supporti di vario tipo.
Tornati in paese si raggiungerà la piccola chiesa romanica di Ss. Pietro e Paolo posta su di un’ altura panoramica, al bordo meridionale del paese: ad animare piacevolmente il percorso con speciali “note” sarà Dario Fiume.
A seguire si visiterà chiesa parrocchiale di S. Pietro, realizzata da Crescentino Caselli, che si affaccia su piazza Europa, punto da cui si era partiti.
L’ultimo sito dell’itinerario a cui si farà ingresso sono le antiche cantine e l’infernot di Villa Guazzo-Candiani (ristorante Ai Cedri).
Conclusione presso l’auditorium S. Pietro dove si svolgerà una degustazione di Grignolino del Monferrato Casalese, prodotto dall’azienda vitivinicola di Mauro Salvaneschi e dove la Pro Loco di Olivola offrirà tè e vin brulé, accompagnati da prelibatezze dolci e salate offerte dalla trattoria La tana dei sapori e dall’agriturismo Cascina Gasparda
L’iniziativa si svolgerà anche in caso di pioggia. Per avere informazioni sul regolare svolgimento dell’evento è possibile chiamare Mauro Salvaneschi  al n. 3294126319.
Si ricorda a tutti gli appassionati di fotografia che l’Ecomuseo della Pietra da Cantoni ha istituito nel proprio archivio fotografico on line (www.ecomuseopietracantoni.it) una nuova sezione dedicata all’iniziativa Genius Loci, dove sarà possibile, registrandosi, inviare fotografie scattate durante le visite ai borghi monferrini. La sezione potrà essere visita da tutti coloro che intendono visitare virtualmente i percorsi domenicali offerti dai comuni partecipanti. Le fotografie saranno corredate da dati che permetteranno l’identificazione del luogo (coordinate geografiche), del fotografo, dell’anno e della stagione.
 

Domenica 18 gennaio a Pontestura si svolgerà la quarta ‘puntata’ dell’iniziativa “Genius Loci – Pomeriggi nei borghi monferrini”, promossa dall’Ecomuseo della Pietra da Cantoni, in collaborazione con i Comuni monferrini aderenti, che per il primo anno partecipa all’evento.
A Pontestura il ritrovo è previsto alle ore 15, in piazza Castello, ampio spazio erboso, ove un tempo sorgeva il castello, su cui si affaccia il teatro del paese. Ad attendere i partecipanti vi sarà la guida Anna Maria Bruno, il vice-sindaco Gianni Pasino e gli organizzatori del percorso, tra cui i rappresentanti dell’Associazione Culturale APEA di Pontestura.
L’itinerario prevede dapprima una breve passeggiata che condurrà ad osservare la pietra miliare d’epoca costantiniana, mezzo utilizzato per scandire le distanze lungo le vie pubbliche romane, ma anche come media epigrafico utile all’imperatore per comunicare e diffondere capillarmente il suo ruolo di princeps. La passeggiata prosegue nel borgo antico (Pizzaverino) tra le viuzze che circondano la chiesa parrocchiale, guidati da Francesco Romanello e Laura Gabba (Ass. Cult. APEA).
Si accederà poi nella chiesa parrocchiale, dedicata a S. Agata, che ospita tre opere del Guglielmo Caccia detto il Moncalvo, tra cui la ricca tela della  Madonna del Rosario col Bambino, i Ss. Domenico, Caterina, Pio V e la beata Margherita di Savoia, coi Misteri, affiancate a opere di Pier Francesco Guala. Altra rarità presente in chiesa è la base dell’altare della mensa rivolta ai fedeli: si tratta di un manufatto in pietra monolitica già fonte battesimale ad immersione, che reca simboli e lettere scolpite.
La visita pontesturese consentirà anche un’immersione nell’arte contemporanea: nel Palazzo Comunale trovano spazio infatti sia il Deposito Museale delle opere di  “Enrico Colombotto Rosso”, una raccolta di 150 opere tra tempere, oli e che Colombotto – artista definito da Vittorio Sgarbi come “il più visionario, il più turbinoso, disperatamente solitario e, luciferino…” - ha  realizzato tra gli anni ’70 del ‘900 e il 2000, chee la collezione di bambole e giocattoli che l’artista, raffinato collezionista, aveva raccolto in vita. La visita nei due spazi espositivi sarà condotta da Roberta Ariotti e Bianca Romanello (Ass. Cult. APEA).
Nella sala ‘Dino Cattaneo’, sita nel Palazzo Comunale, in occasione di Genius Loci, è stato inoltre allestito il lavoro fotografico risultato dal workshop di fotografia sul paesaggio e la quotidianità della vita nel Monferrato casalese tenuto lo scorso settembre sul territorio piemontese e organizzato da Witness Journal, rivista online di fotogiornalismo nata nel 2007, in collaborazione con l’Osservatorio del Paesaggio del Monferrato Casalese. Le fotografie in mostra sono di Alessandro Capriolo, Patrizio Broggi, Davide Gloria, Francesco Grilli, Andrea Mancuso, Davide Musso, Laura Pezzenati, Sergio Pezzenati, Francesca Ragusa e Paola Viola.
Al termine si raggiungerà il Teatro Verdi – in cui spazio sono esposti i quadri dei pittori pontesturesi Renato Pugno e Ernesto Giorcelli, affiancati alle mappe storiche (sec. XVIII) di Pontestura -  dove Anna Bacino (Ass. Cult. APEA) leggerà gli antichi proverbi di Pontestura e dove la Pro Loco offrirà a tutti un caldo e dolce ristoro.
L’iniziativa si svolgerà anche in caso di pioggia. Per avere informazioni sul regolare svolgimento dell’evento è possibile chiamare il vice- sindaco Gianni Pasino al n. 340 6573787.
Si ricorda a tutti gli appassionati di fotografia che l’Ecomuseo della Pietra da Cantoni ha istituito nel proprio archivio fotografico on line (www.ecomuseopietracantoni.it) una nuova sezione dedicata all’iniziativa Genius Loci, dove sarà possibile, registrandosi, inviare fotografie scattate durante le visite ai borghi monferrini. La sezione potrà essere visita da tutti coloro che intendono visitare virtualmente i percorsi domenicali offerti dai comuni partecipanti. Le fotografie saranno corredate da dati che permetteranno l’identificazione del luogo (coordinate geografiche), del fotografo, dell’anno e della stagione.