Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in /var/www/vhosts/ecomuseopietracantoni.it/httpdocs/libs/db.php on line 14

Strict Standards: Declaration of c_thiscomponent::execute() should be compatible with c_component::execute() in /var/www/vhosts/ecomuseopietracantoni.it/httpdocs/components/pages/pages.php on line 0
 Ecomuseo della Pietra da Cantoni - NEWS

NEWS

Genius Loci - Terruggia

21 Novembre 2014

“GENIUS LOCI- POMERIGGI NEI BORGHI MONFERRINI”
TERRUGGIA (AL) – Domenica 30 novembre 2014
Ritrovo ore 15 – via Guglielmo Marconi (di fronte al Municipio)
 

Terruggia inaugura la nuova stagione d’appuntamenti di “Genius Loci – Pomeriggi nei borghi monferrini”, attività di promozione del territorio promossa dall’Ecomuseo della Pietra da Cantoni e dai Comuni aderenti,  giunta alla sua quarta edizione. L’inziativa condotta da Anna Maria Bruno, si svolge nei mesi invernali e propone, nei singoli paesi partecipanti, itinerari culturali, percorsi di visita ai luoghi meno conosciuti e spesso non aperti al pubblico, alla scoperta degli angoli più suggestivi, della storia e dei ‘personaggi’ del borgo.

Il ritrovo è previsto alle ore 15.00, di fronte al Municipio, sito in via Guglielmo Marconi , dove ad attendere i partecipanti vi sarà il sindaco Giovanni Bellistri  e gli organizzatori del percorso.

Protagonisti del pomeriggio saranno i luoghi più significativi del paese: la parrocchiale, dedicata a San Martino dalle volte affrescate da Luigi Morgari e dal figlio Carlo, maestri nell’arte decorativa nel Piemonte della seconda metà dell’Ottocento ; la chiesetta di San Grato, posta all’inizio dell’antico recinto, che conserva una delle rare opere presenti in Monferrato del del pittore milanese Carlo Preda, una tela che raffigura l’Assunta coi Ss. Giovanni Battista e Grato (1688); il cortile Villa Pavia, complesso neoclassico, che presenta due aulici affacci di raffinata bellezza; l’infernot di casa Bonzano, ‘oggetto’ di grande attenzione del momento poiché proprio la presenza di questa caratteristiche camere scavate nella Pietra da Cantoni a permesso l’ingresso del Monferrato nel sito seriale Unesco: “Paesaggi vitivinicoli del Piemonte” . A pochi passi, nella splendida sala della Casa di Riposo (ex villa Poggio), sarà possibile ammirare la mostra dei Presepi edizione 2014, che include rappresentazioni presepiali di tradizioni differenti.
L’appuntamento sarà inoltre occasione per assaggiare i dolci della “Cucina di Annalisa” - il cui laboratorio si presenta come uno spazio romantico e raccolto, ricco di colori e profumato di dolci - e degustare le tisane, nella mirabile cornice del ristorante “L’Antichio Torchio”.
Al termine sarà possibile visitare nello spazio del teatro - la cui volta a padiglione è decorata in stile liberty con motivi floreali e  immagini delle Muse -  il mercatino “Natale in campagna” che propone oggetti natalizi e idee regalo.

L’iniziativa è a partecipazione libera e gratuita e si svolgerà anche in caso di pioggia. Per avere informazioni sul regolare svolgimento di ogni singolo evento è possibile chiamare: il sabato mattina gli uffici dell’Ecomuseo della Pietra da Cantoni, 0142 488161 - info@ecomuseopietracantoni.it, la domenica mattina le informazioni sono reperibili chiamando l’assessore Luigi Pessina al n. 339 2260073

Si ricorda a tutti gli appassionati di fotografia che l’Ecomuseo della Pietra da Cantoni ha istituito nel proprio archivio fotografico on line (www.ecomuseopietracantoni.it) una nuova sezione dedicata all’iniziativa Genius Loci, dove sarà possibile, registrandosi, inviare fotografie scattate durante le visite ai borghi monferrini. La sezione potrà essere visita da tutti coloro che intendono visitare virtualmente i percorsi domenicali offerti dai comuni partecipanti. Le fotografie saranno corredate da dati che permetteranno l’identificazione del luogo (coordinate geografiche), del fotografo, dell’anno e della stagione.


 

Secondo appuntamento a settembre con MonferVINUM – iniziativa promossa dall’Ecomuseo della Pietra da Cantoni - che domenica 21 settembre fa tappa a Vignale Monferrato, un vero e proprio “regno delle vigne”, il cui territorio è situato nella core zone di quella porzione di territorio monferrino rientrato nel sito Unesco “I paesaggi vitivinicoli del Piemonte”, di recente costituzione.

PROGRAMMA

Ritrovo ore 10 – Piazza Mezzadra -  Vignale Monferrato (AL)
I partecipanti potranno agevolmente lasciare l’auto nel parcheggio che si trova in via Circonvallazione, a pochi passi dalla piazza di ritrovo.

Lasciata la piazza del ritrovo, si raggiunge la vicina azienda vitivinicola di Oreste Buzio, produttore di vino biologico. La prima tappa del tour di degustazione si svolgerà nelle sue cantine, scavate nella pietra da cantoni.  
Degustazione
- Barbera del Monferrato DOC: prodotto con uvaggio 100% Barbera, allevato a controspalliera con potatura guyot. E' un vino dal colore rosso rubino carico con profumo fruttato di ciliegia, dal sapore corposo ed equilibrato e di lunga durata.
- Monferrato Freisa DOC:  di grado alcolico 13%, viene affinato in acciaio per 12 mesi.  E' un vino dal colore rosso rubino con sfumature aranciate, profumo fruttato di lampone e leggermente speziato, sapore corposo ed armonico, leggermente astringente.
- Grignolino Monferrato Casalese DOC: è un vino dal colore rosso tenue con chiare sfumature aranciate, dal profumo speziato e con un sapore equilibrato, leggermente astringente.
I vini proposti saranno degustati in abbinamento con acciughe e bagnetto, salami, torte salate e dolci.

Al termine della prima tappa di degustazione prenderà avvio la passeggiata lungo lo sterrato che, pianeggiante, segue la valle che separa il territorio di Vignale Monferrato da Camagna Monferrato. Un percorso della durata di circa 45 minuti che conduce all’azienda agrituristica La Pomera.

Degustazione
Giunti all’agriturismo, gestito da Gabriella Trisoglio, il tavolo delle degustazioni offrirà una rosa di vini di tre diversi produttori vignalesi:
- Azienda Agricola “Il Mongetto”: Grignolino Monferrato Casalese DOC e Monferrato Rosso DOC
- Azienda Agricola Roberto Zavattaro : Barbera del Monferrato DOC
- Azienda Agricola Gaudio: Grignolino del Monferrato Casalese DOC (2013) e  Monferrato Cortese DOC (2013)
I vini saranno affiancati da due prodotti a marchio De.Co. (Denominazione Comunale): i “Friciulin ad Surcli”, si tratta di una frittatina con le erbette “di vigna”,  e la “Giardiniera di Vignale”, piatto della tradizione contadina, realizzato con le verdure dell'orto che ogni cascina monferrina ha al suo ‘fianco’.  
Ai prodotti De.Co. si affiancheranno i prodotti del Il Mongetto, azienda che a Vignale Monferrato da oltre trenta anni coltiva e trasforma prodotti, proponendo le vecchie ricette del territorio.

All’agriturismo La Pomera è possibile visitare (ingresso gratuito) il Museo di storia contadina, nel quale sono esposti attrezzi agricoli, utensili domestici, vestiti, giocattoli e molti altri oggetti d'epoca

Al termine sarà possibile pranzare a La Pomera che propone il seguente menu: agnolotti, formaggio con mostarda e crostata al prezzo di euro 15, bevande incluse. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – SINO AD ESAURIMENTO POSTI.

Sulla via del ritorno (su strada asfaltata che conduce dopo mezz’ora di cammino al punto di partenza) si farà tappa presso l’azienda Gaudio-Bricco Mondalino, per una breve visita alle vigne con riconoscimento dei vari vitigni e breve spiegazione sulla vendemmia in corso. La visita è prevista sia per coloro che non si fermeranno al pranzo, sia - nel pomeriggio - per coloro che si saranno fermati a pranzo presso l’agriturismo.


Per partecipare è obbligatoria la prenotazione.
Per le caratteristiche dei luoghi, gli appuntamenti si svolgeranno anche in caso di maltempo.
Costo di partecipazione Euro 12,00 (degustazioni incluse).


Info e prenotazioni
Ecomuseo della Pietra da Cantoni
via Barbano Dante, 30 - 15034 Cella Monte (AL)
tel. 0142.488161 - fax 0142.489962 (dal lunedì al sabato mattina)
mob. 328 9533603
e-mail info@ecomuseopietracantoni.it
sito www.ecomuseopietracantoni.it
 

“SILENZI” – ARTE DIFFUSA SUL TERRITORIO –

“Il silenzio esce dagli Infernot del Monferrato e invade Moleto”


Il piccolo borgo di Moleto in Monferrato sarà prossimamente di nuovo protagonista di un importante evento legato alla cultura del territorio:  la mostra “Silenzi”, esposizione d’arte collettiva ideata da Michelle Hold con il Gruppo ART MOLETO ed in collaborazione con l’Ecomuseo della Pietra da Cantoni.
Nel primo week end di settembre, sabato 6 e domenica 7/09 si riaprono i cortili nascosti ed i giardini storici dell’antico borgo, presentando anche lungo le strade, opere di artisti internazionali: l’edizione di quest’anno è intitolata “Silenzi”.  Da alcuni anni il Progetto “Arte & Natura” raccoglie infatti in episodi diversi le opere di artisti che hanno scelto di studiare il Monferrato Casalese e di offrire attraverso il loro sguardo una reinterpretazione del paesaggio, della storia e delle tradizioni. Con questo progetto espositivo viene affrontato il tema del “Silenzio” attraverso la sensibilità e molteplicità di tecniche e stili degli artisti coinvolti. Ogni anno a Moleto inizia un percorso che continuerà in seguito in gallerie, palazzi e musei italiani ed europei.
Partecipano gli artisti: Memi Cavallo, Ilenio Celoria, Isotta Cuccodoro, Piero Ferroglia, Michelle Hold, Davide Minetti, Piergiorgio Panelli, Roberto Pissimiglia,Teresio Polastro, Petra Probst, Bona Tolotti, Päivi Vähälä, Alexandra Winterberg.

Sicuramente esistono luoghi in cui il rapporto con il silenzio è percepito più intensamente: uno tra questi luoghi è sicuramente Il Monferrato con le sue colline, i suoi vigneti, i piccoli borghi ed i suoi infernot. Sono proprio gli infernot, recentemente dichiarati patrimonio dell’umanità, una delle ricchezze del nostro territorio” (Claudio Castelli – Presidente Ecomuseo della Pietra da Cantoni).

In questo contesto si inserisce anche la prossima edizione di “ROSSO VIVO” mostra itinerante, sempre a cura di ART MOLETO, che riaprirà il prossimo 13 settembre nella sala Chagall al Castello di Casale Monferrato , con rinnovata ispirazione, in occasione dei festeggiamenti legati alla cultura del vino, vino rosso per eccellenza, prodotto principe del Monferrato, alla luce della recente proclamazione dei paesaggi vitivinicoli del Piemonte, che sono diventati patrimonio mondiale dell’UNESCO, con  i caratteristici Infernot (l’area monferrina prescelta è descritta come “caratterizzata dalla diffusione di una singolare tipologia di manufatto architettonico, gli Infernot sono scavati in una peculiare formazione geologica, presente nel Basso Monferrato, la cosiddetta Pietra da Cantoni, utilizzati per la conservazione domestica delle bottiglie).